Processo falsato? Berlusconi martire?

Berlusconi martire?

Berlusconi martire? Il Giornale Il Riformista ha recentemente pubblicato stralci di una registrazione. Il soggetto è Amedeo Franco, relatore dell’allora sezione feriale della Cassazione, presieduta dal Magistrato Antonio Esposito che emise la sentenza di condanna a Berlusconi nel processo Mediaset.

Il caso

Il caso in oggetto riguardava l’acquisto di film americani attraverso la mediazione di Farouk Agrama, pagandoli molto meno di quanto dichiarato e attuandouna frode fiscale. Si contestava a Berlusconi di aver spartito la somma risparmiata (7 milioni) tra lui ed il mediatore.

Le Conseguenze

Passano sette anni, Silvio Berlusconi ha scontato i 4 anni di pena in servizi sociali, ed è stato escluso dal Senato sulla base della Legge Severino. Gli avvocati di Berlusconi hanno portato tutto alla Corte Europea per impugnare la sentenza della Cassazione, all’interno c’è un supplemento di ricorso in cui sono presenti due novità:

  • Una sentenza del tribunale civile di Milano che ribalta la prcedente sentenza penale
  • Una dichiarazione del Dott. Amedeo Franco in cui si potrebbe percepire che la sentenza fu decisa a priori.

Per quanto riguarda il tribunle civile di Milano, ha escluso ci fosse appropriazione indebita, ha stabilito anche che la società di Agrama non fosse fittizia come nel precedente processo si contestava ed ha anche chiarito che non ci fu nessuna maggiorazione nelle fatture, ma che anzi fosse un ottimo prezzo.

Per quanto invece riguarda il Dott. Franco, si incontrò con Berlusconi dopo la sentenza ed esternò delle perplessità. Insieme a Berlusconi erano presenti alcuni collaboratori, uno di essi registrò il Dott. Franco.

In alcuni stralci, il Dott. Franco considera il trattamento verso Berlusconi ingiusto, condannato a priori in una vicenda guidata dall’alto.

Berlusconi, Martire?

Se le indiscrezioni fossero confermate e verificate ci troveremmo davanti ad un processo falsato, che dovrebbe essere annullato, ma questo fa di Silvio Berlusconi un martire? Silvio Berlusconi ha a carico decine di processi, l’unica condanna è proprio nel processo Mediaset. Molti dei processi sono andati in Prescrizione, che non significa sia innocente, ad esempio Lodo Mondadori, All Iberian, finanziamenti illeciti ai partiti, Consolidato Fininvest, Falso in bilancio, Corruzione, Unipol, o la corruzione del senatore de Gregorio.

In molti di questi casi i processi sono finiti in prescrizione ma le condanne in primo appello rimangono, in alcuni casi ha pagato solo dei risarcimenti, ma le condanne sono presenti, seppur prescritte in scadenza dei termini.

I Casi peggiori però non riguardano le prescrizioni, ma i casi in cui il fatto non costituisce più reato. Nello specifico il processo All iberian 2 ed il Processo SME per falso in bilancio che non costituiscono più reato perchè non è più previsto dalla legge in seguito alle riforme del Governo Berlusconi II

Poi ci sono le sssoluzioni. Come il processo sulle Tangenti alla Guardia di finanza in cui viene assolto con formula dubitativa (casi in cui il giudice essenzialmente pensa sia colpevole ma non ha modo di provarlo), grazie anche alla falsa testimonianza dell’avvocato Mills, azione che gli costerà un altro processo, che si concluderà con l’ennesima prescrizione per Berlusconi.

Berlusconi martire? Assolutamente no, ce lo dimostrano le sentenze appena descritte. D’altro canto se tutta la magistratura si stesse accanendo contro di lui, il tribunale civile di Milano non avrebbe smontato un bel niente. Inoltre questa quantità enorme di prescrizioni (piene di condanne nei vari gradi) non sarebbero mai avvenute. Nessun santo, quindi, solo l’ennesima testimonianza che le correnti politicizzate esistono da tempo e devono essere smantellate.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments